LA VALCAMONICA E LE SUE ATTRAZIONI TURISTICHE

In Valcamonica c’è solo l’imbarazzo della scelta. Le attrazioni turistiche sono tantissime.

La Natura, lo Sport, l’Arte, la Storia si fondono in questo territorio ricco di fascino.

Vesiamo le principali:

LE INCISIONI RUPESTRI DELLA VALCAMONICA

incisioni rupestri in Valcamonica

Il Parco Nazionale delle Incisioni Rupestri di Naquane, a Capo di Ponte, è stato il primo parco istituito in Valcamonica nel 1955. L’area si estende per oltre 14 ettari e costituisce uno dei più importanti complessi di rocce incise nell’ambito del sito del Patrimonio Mondiale UNESCO n. 94 “Arte Rupestre della Valle Camonica”. Al suo interno, in uno splendido ambiente boschivo, è possibile ammirare ben 104 rocce incise, corredate da pannelli informativi e suddivise in 5 percorsi di visita facilmente percorribili per circa 3 Km. La visita completa di tutti i percorsi richiede almeno 4 ore.

http://www.vallecamonicaunesco.it/


STAZIONE SCIISTICA DEL TONALE

sciare in valcamonicaSituato all’estremo nord della Valcamonica al confine tra la Lombardia ed il Trentino Alto Adige, circondato dai gruppi Adamello – Presanella, Ortles Cevedale e Brenta, il Passo del Tonale è un anfiteatro naturale aperto e panoramico che si dispiega dai 1.884 ai 3.100 metri di quota.

Località turistica invernale d’eccellenza, il Passo Tonale con il Ghiacciaio Presena è da sempre garanzia per una lunghissima stagione sulla neve.

Il Passo, completamente esposto al sole, è una palestra ideale per l’insegnamento dello sci, con tracciati adatti ai principianti ma non solo.

http://www.adamelloski.com


PARCO DELL’ADAMELLO

parco dell'Adamello in ValcamonicaIl Parco dell’Adamello si trova al centro della catena alpina, nelle Alpi Retiche, e comprende tutto il versante lombardo del gruppo dell’Adamello, zona ubicata nella porzione nord-orientale della provincia di Brescia in Valcamonica.
Si estende per 51.000 ettari (510 km2), dal Passo del Tonale a quello di Crocedomini; a est il Parco ha per limite il confine regionale tra Lombardia e Trentino, a ovest il suo confine si mantiene poco al di sopra della sponda sinistra dell’Oglio, il quinto fiume italiano per la sua lunghezza. 
Il Parco dell’Adamello occupa il versante sinistro orografico della Valle Camonica. Dal Tonale, verso sud, i comuni territorialmente interessati al Parco sono: Ponte di Legno, Temù, Vione, Vezza d’Oglio, Incudine, Edolo, Sonico, Malonno, Berzo Demo, Cedegolo, Cevo, Saviore dell’Adamello, Paspardo, Cimbergo, Ceto, Braone, Niardo, Breno e Prestine. 
L’importanza del Parco dell’Adamello è accresciuta dalla sua posizione, perché esso funge da ponte tra i due parchi che gli sono limitrofi: al suo limite orientale si trova il Parco trentino Adamello-Brenta, al limite settentrionale il Parco dello Stelvio, a sua volta limitrofo del Parco Nazionale svizzero dell’Engadina. 
In tal modo si è venuta a costituire nel cuore dell’Europa un’area protetta di oltre 400.000 ettari, la più grande delle Alpi e tra le più affascinanti. Di essa il Parco dell’Adamello rappresenta la punta meridionale. 
Il Gruppo dell’Adamello, sede del ghiacciaio più vasto d’Italia (secondo le stime attuali circa 18 km2 di superficie), presenta una conformazione a raggiera, per cui dai ghiacciai centrali dell’acrocoro culminante si dipartono creste e catene montuose che, a loro volta, si articolano nei sottogruppi del Baitone, del Frisozzo e del Blumone. 

http://www.parcoadamello.it/


IL GHIACCIAIO DELL’ADAMELLO

ghiacciaio dell'Adamello in ValcamonicaIl ghiacciaio dell’Adamello è un ghiacciaio che si trova in alta Valcamonica, a cavallo tra la regione Lombardia ed il Trentino-Alto Adige. È il più vasto ghiacciaio delle Alpi italiane ed è compreso tra una quota massima di 3530 m s.l.m. ed una quota minima di 2550 m s.l.m..


Lago d'Iseo in ValcamonicaIL LAGO D’ISEO

“È il posto più romantico che abbia visto in tutta la mia vita” scrisse a fine ’700 Lady Wortley Montagu durante un soggiorno sul lago d’Iseo.

“Vieni, ho trovato un posto meraviglioso per vivere, le sue acque sono dolci e fresche come un’egloga di Virgilio” replicò mezzo secolo dopo, in una lettera ad un’amica, George Sand, scrittrice francese che sul Sebino, si disse, amò De Musset e Chopin.

Da sempre il Lago d’Iseo attira da tutto il mondo scrittori e artisti, pensatori e turisti curiosi: un bacino incantevole e romantico, circondato da ulivi e castagni, incastonato come un gioiello fra i monti e abbracciato da colline che digradano dolcemente verso la Franciacorta, terra di vini straordinari.

Una vacanza sul Sebino (antica denominazione del lago) è all’insegna della più assoluta varietà, garantita da una morfologia singolare ed eterogenea: la costa ovest regala suggestivi scorci selvaggi, pareti a strapiombo sul lago, insenature e piccole calette; quella ad est è più dolce, con colline che salgono fino a mille metri ed offrono panorami di entusiasmante bellezza.

Piccoli e grandi centri conservano edifici ed opere d’arte di straordinaria importanza. E sul lago si affacciano ville e castelli, simboli di una memoria storica senza tempo.

http://www.iseolake.info


LE TERME DI BOARIO

Le Terme di Boario sono il luogo ideale dove concedersi una vacanza rigenerante, per il corpo e per lo spirito. Le Terme e la loro tradizionale cultura al benessere trasmettono un nuovo modo di essere e di vivere, privo delle tensioni quotidiane, ma orientato alla salute dell’organismo, tonificato e disintossicato dai ritmi incessanti della vita moderna.

I 150 anni di esperienza e i 5000 massaggi che ogni anno effettuiamo, hanno resto la nostra struttura un’eccellenza termale e, grazie al nuovo spazio Remise en Forme, oggi gli ospiti hanno la possibilità di provare i benefici delle Terme sulla propria pelle.

http://www.termediboario.it